Nuove prospettive in Chirurgia Endocrina

Nuove prospettive in Chirurgia Endocrina

29.09.2023 08:30 - 29.09.2023 14:30
Ospedale Cristo Re Roma
Postato da Amministrazione
Categorie: Sanità
Visite: 289

L’organizzazione della sanità pubblica e privata pone la necessità di attente riflessioni sulle prospettive che hanno le attività specialistiche come la chirurgia endocrina che necessita di personale competente e dedicato per una maggiore attenzione alle cure dei pazienti.
Il carcinoma tiroideo rappresenta una neoplasia potenzialmente curabile tra quelle che colpiscono le ghiandole endocrine a patto che venga trattato in modo ottimale in centri di riferimento. Interessa in maggioranza pazienti di sesso femminile ed è caratterizzata da un aumento significativo tra tutti i paesi occidentali.
La diffusione dell’ecografia del collo, pur avendo consentito la diagnosi di lesioni nodulari anche sub-centimetriche della tiroide in un maggior numero di casi, ha permesso solo in parte un miglioramento della diagnosi precoce di malattia neoplastica proprio per la frequenza nella popolazione generale delle patologie nodulari benigne e per la difficoltà di diagnosi differenziale.
Il ricorso all’agobiopsia tiroidea (agoaspirato) da eseguire preferibilmente sotto guida ecografica, d’altra parte non sempre consente di chiarire il dubbio diagnostico. In tale ambito metodiche come l’utilizzo della immunocitochimica o di nuove tecniche di biologia molecolare è stato proposto negli ultimi anni anche se bisogna chiarire la reale utilità.
Le nuove prospettive della moderna endocrinologia sono quindi rappresentate dal raggiungimento di questi obiettivi per la diagnosi differenziale oltre all’applicazione di nuove metodiche di imaging, l’utilizzo di markers sierici e la valutazione in maniera critica di nuove tecniche di biologia molecolare.
In ambito terapeutico la chirurgia endocrina ha risentito dell’influenza delle nuove tecnologie come il monitoraggio del nervo ricorrente che potrebbero permettere di ridurre ulteriormente le complicanze collegate alla procedura chirurgica. Le tecniche di tiroidectomia video-assistita, eseguita anche presso la nostra struttura, rappresenta una valida opzione terapeutica per la terapia chirurgica anche nei noduli tiroidei maligni in casi selezionati.
La diagnosi istologica di carcinoma tuttavia può rimanere difficoltosa soprattutto in alcuni casi in cui vengono in aiuto specifici marker utilizzabili con tecniche di immunoistochimica e di biologia molecolare.

Iscriviti alle newsletter di takethedate.it e ricevi ogni settimana una mail con i principali appuntamenti a tema sanità, politica, economia, energia e ambiente, webinar, agrifood, TLC