Cyberbullismo: un'altra questione di genere

26.03.2019 18:30 - 26.03.2019 20:00
Accademia Popolare dell'Antimafia e dei Diritti
Postato da Amministrazione
Categorie: TLC e DIGITAL, Cultura
Visite: 242

Il cyberbullismo è una forma di prepotenza virtuale attuata attraverso l’uso di internet e delle tecnologie digitali. Come il bullismo tradizionale è una forma di prevaricazione e di oppressione reiterata nel tempo, perpetrata da una persona o da un gruppo di persone più potenti nei confronti di un’altra percepita come più debole, in genere nel gruppo dei pari.

Il Parlamento italiano ha approvato il 18 maggio 2017 La legge 71/2017, “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, una legge a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto al cyberbullismo, che prevede misure prevalentemente a carattere educativo/rieducativo. La legge pone al centro il ruolo dell’istituzione scolastica nella prevenzione e nella gestione del fenomeno e ogni istituto scolastico dovrà provvedere ad individuare fra i docenti un referente con il compito di coordinare le iniziative di prevenzione e di contrasto del cyberbullismo. Questi aspetti vengono chiariti nel dettaglio dalle Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo, previste dalla legge.

Discuteremo soprattutto delle implicazioni sessiste che il fenomeno ha assunto al giorno d'oggi. Lo faremo con l'On. Giuditta PINI, deputata del Partito Democratico; l'avv. Tiziana Colamonico Mensorio, responsabile del Progetto "Piero Calamandrei"; la Psicologa Flavia POSABELLA, Vicepresidente associazione Philos Onlus centro di terapia familiare-adolescenti e la Polizia Postale.
Rispettivamente a moderare e coordinare i lavori, Claudia BARBARANO e Maria MORGANTI, del Partito Democratico Municipio VII.
Parteciperanno gli studenti dei licei e delle scuole superiori del Municipio VII.

Questo sito Web utilizza i cookie per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web