Dal welfare aziendale al welfare di comunità

Salva sul calendario
Da 11.05.2019 10:30 fino a 11.05.2019 13:30
Inserito da Amministrazione
Visite: 138

DAL WELFARE AZIENDALE AL WELFARE DI COMUNITÀ

Pratiche generative di civitas

Centro Universitario di Padova, Sala Grande

Via Zabarella, 82 - Padova

con Franca Maino (direttrice Laboratorio Percorsi, ricercatrice Università Milano), Paolo dell’Oro (segretario generale Fondazione Comunitaria del Lecchese onlus)

modera Fabio Streliotto (Innova srl consulenza in welfare di comunità – socio UCID)

Welfare vuol dire benessere sociale, e il benessere sociale si misura in termini di qualità della vita e della convivenza sociale di tutte le componenti di una comunità di persone. L’appuntamento sarà centrato su esperienze di secondo welfare nate dalla collaborazione tra imprese, pubblica amministrazione e terzo settore.

Le imprese pubbliche, private e del privato sociale sono anche comunità di persone che possono rappresentare una base importante per costruire servizi utili per il territorio. Come interpretare, in una logica di sussidiarietà e cittadinanza attiva, i bisogni di una comunità? Attivare le risposte possibili a partire da coloro che abitano i luoghi (singoli, organizzazioni, tessuto imprenditoriale, enti pubblici) significa costruire un modello di welfare locale generativo. La sempre più ampia differenziazione dei bisogni, coniugata alle difficoltà economiche e gestionali dei tradizionali sistemi di welfare state, evidenziano, di fatto, come oggi la comunità tutta, e non solo l’ente pubblico, sia chiamata a essere protagonista attiva nei processi di pianificazione e produzione dei servizi superando la tradizionale dicotomia pubblico-privato, e ciò a partire dalla considerazione che i portatori di bisogni sono anche portatori di conoscenze e risorse. Il momento storico che stiamo vivendo rappresenta un’opportunità per lo sviluppo e la messa a sistema di nuove modalità di risposta ai bisogni che emergono nella società. Lo scarto tra i bisogni sociali e la capacità delle pratiche esistenti di darvi risposta adeguata, la disponibilità di nuove tecnologie e le recenti riforme in merito al welfare aziendale, lavoro agile e Terzo Settore determinano, infatti, le condizioni perché si inneschino processi di innovazione in grado di riconfigurare in modo differente relazioni e progettualità dei sistemi territoriali che erogano i servizi. Questa innovazione sociale consiste nella sperimentazione di un nuovo modo di interpretare e governare i rapporti tra tutti i soggetti che entrano in gioco nella risposta ai bisogni della comunità.






Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­