Presentazione volume “De valoribus disputandum est” di Laura Pennacchi

Salva sul calendario
Da 18.02.2019 16:30 fino a 18.02.2019 18:30
Inserito da Amministrazione_
Visite: 176

Ne discutono

Elena Granaglia, Giacomo Marramao, Stefano Petrucciani

Coordina Franco Ippolito

 

L’ostracismo che ha colpito la discussione dei valori nella sfera pubblica è alla base del disorientamento e dello smarrimento culturali odierni, i quali alimentano molti fenomeni di populismo che, a loro volta, incorporano paradossalmente domande valoriali inevase. Al disorientamento odierno concorrono il radicarsi dello scetticismo e del relativismo, i quali negano che i valori possano essere veri o falsi, e la diffusione di espressioni come “postverità”, che mettono tutto sullo stesso piano. L’esito della sottrazione delle questioni valoriali al discorso pubblico si risolve in una difficoltà di loro sottoposizione all’argomentazione, all’esame critico, alla verifica razionale. Il secolarismo liberale, che pretende di approcciare al meglio il fatto del “pluralismo dei valori”, si rivela così particolarmente vulnerabile al fatto del “dissenso” e del “conflitto tra valori”. Per rimediare a questo deficit bisogna lavorare a costruire una “teoria dei valori” e un “quadro di possibilità delle idealità”, sottraendo i valori alla sfera privata irriflessa a cui sono stati consegnati.

Fondazione Basso, Roma






Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­