Sanità integrativa, è tempo di una nuova prospettiva?

Salva sul calendario
Da 02.07.2020 10:00 fino a 02.07.2020 12:30
L'evento si svolge presso on line |
Inserito da Amministrazione
Visite: 106

Convegno virtuale

L’emergenza COVID-19 ha messo a nudo le fragilità del nostro Servizio Sanitario Nazionale ma ha anche portato alla luce due problematiche inevitabilmente correlate: le modalità di intervento e la capacità di supporto della sanità integrativa e il modello di gestione delle RSA. Nel primo caso, sono ancora tutte da esplorare le grandi opportunità, quali ad esempio call center aperti 7 giorni su 7 h24 per un primo screening con un esperto o se del caso con il medico generico o specialista per un primo consulto medico; fornitura di apparati di monitoraggio e comunicazioni a distanza (pressione, battito, temperatura, saturazione, elettrocardio ecc e, in un successivo tempo, anche macchinette per esami del sangue, delle urine o della saliva con tamponi o altri rilevatori), per favorire processi di telemedicina; possibilità di realizzare convenzioni che permettano di svolgere visite specialistiche anche a domicilio o per effettuare test e tamponi e primi interventi evitando pronto soccorsi e ospedali per quanto possibile; convenzioni dirette con centri analisi e così via.

Anche nel caso delle RSA si pone il tema della revisione dell’attuale modello di gestione a favore di una maggiore stratificazione delle strutture in base alle caratteristiche dei pazienti, di una migliore organizzazione dell’assistenza territoriale e domiciliare e di un nuovo modo di concepire la residenzialità (co-housing), non solo come luoghi di cura ma centri residenziali concepiti ad hoc.

Quali innovazioni, organizzative, infrastrutturali e tecnologiche, e quali investimenti a supporto dello sviluppo del sistema per far trovare il Paese sempre più preparato alla gestione di situazioni emergenziali come questa?

Il quinto convegno virtuale di Itinerari Previdenziali si pone dunque l’obiettivo di riflettere su questi temi e sugli ampi spazi di intervento che la pandemia ha evidenziato nell’ottica di nell’ottica di una vera e propria sinergia tra pubblico e privato. Appare allora necessario discutere dell’importanza di rinforzare il ruolo della sanità integrativa, magari partendo da una chiara e definitiva regolamentazione del sistema, così da alleggerire il carico che grava sul sistema sanitario pubblico, soprattutto in prospettiva alla luce degli effetti dell’invecchiamento della popolazione e delle debolezze nell’attuale gestione dei Silver.

Programma
Giovedì 2 luglio 2020 - in streaming dalle ore 10.15

10.15 Il sistema sanitario integrativo alla prova di COVID-19

Alberto Brambilla | Presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali

10.20 Riflessioni per un nuovo modello di gestione della sanità integrativa

Paolo De Angelis | Presidente Studio De Angelis Savelli & Associati,
Comitato Tecnico Scientifico Itinerari Previdenziali

Maurizio Hazan | Socio Studio Legale Taurini&Hazan,
Comitato Tecnico Scientifico Itinerari Previdenziali



10.40 PRIMA SESSIONE | Il punto di vista dei gestori sulle opportunità di investimento

11.20 SECONDA SESSIONE | La risposta della sanità integrativa all’emergenza COVID-19

Daniele Cerrato | Presidente Casagit

Marcello Garzia | Presidente FASI

Tiziana Riggio | Direttore Generale Fondo Metasalute

Annamaria Trovò | Vicepresidente Fondo Enfea Salute e CDA San.Arti

11.45 Ruolo e prospettive del sistema sanitario integrativo

Pierpaolo Sileri * | Viceministro della Salute


12.00 Conclusioni e chisura dei lavori

Per partecipare è necessario iscriversi. Per informazioni, potete contattarci via e-mail all'indirizzo: info@itinerariprevidenziali.it




Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­