La giustizia minorile

Salva sul calendario
Da 15.02.2019 09:30 fino a 15.02.2019 13:00
Inserito da Amministrazione_
Visite: 129

La realtà napoletana, dal punto di vista della microcriminalità minorile, può essere ritenuta un osservatorio privilegiato anche se il fenomeno malavitoso riguarda l'intero Paese. Va in questa direzione la "Risoluzione in materia di attività degli uffici giudiziari nel settore della criminalità minorile nel Distretto di Napoli", approvata all'unanimità nel corso del Plenum straordinario del C.S.M., tenutosi l'11 settembre u.s. nel Palazzo di Giustizia di Napoli, dando così un segnale molto forte alla città, alla regione e all'intero Paese.

In effetti Napoli, da questo punto di vista, è un osservatorio particolarmente significativo, che deve diventare, soprattutto, un laboratorio sperimentale per la legalità, per circoscrivere sul nascere quei fenomeni che poi - sottovalutati, o trascurati per mancanza di coordinamento delle varie istituzioni interessate alla problematica - portano alla creazione di aree di pericolosa microcriminalità ed all'irrobustimento, in seguito, delle varie organizzazioni criminali.

Sicuramente il campanello d'allarme della devianza minorile è la dispersione scolastica, che deve essere combattuta con un maggiore impegno delle istituzioni nel predisporre quante più iniziative possibili didattiche e sportive. Ma anche con più assistenti sociali. Certo, con sanzioni forti, tese primariamente non solo a reprimere, ma anche a favorire il reintegro nella società.

L'iniziativa è stata promossa dalla CISL Napoli e Conquiste del Lavoro, quotidiano di infrormazione socio-economica. Ai larori partecipa il prof. Giuseppe Acocella, Responsabile dell'Osservatorio sulla Legalità, dell'Istituto

Hotel Ramada, Napoli






Segui i canali tematici su Telegram:

Telegram.pngAGRIFOOD
Telegram.png AMBIENTE ED ENERGIA
Telegram.pngSANITA'
Telegram.pngPOLITICA
Telegram.pngECONOMIA


 

 

 

Categorie Principali

politica

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Scegli il campo d'interesse
­